Quanti gas refrigeranti esistono?

La storia del gas refrigerante si è evoluta con le novità tecnologiche e la sensibilità ambientale. I gas studiati fino ad ora appartengono a tre generazioni: dall’uso di gas impattanti per l’ozono come i CFC e gli HCFC, fino agli HFC o Fgas ad alto e medio GWP della terza generazione e gli innovativi HFO con un effetto serra praticamente nullo che tuttavia richiedono, come gli altri refrigeranti, una gestione corretta del fine vita per avere un'impronta totalmente ecologica. Ogni gas refrigerante contiene un sistema di numerazione per codice R-# che identifica sistematicamente la struttura molecolare dei refrigeranti contenenti un singolo idrocarburo alogenato.


Recentemente si assiste a un forte incremento dell’uso di gas provenienti dalla catena del gas fossile (idrocarburi raffinati e distillati), della CO2 raffinata e liquefatta (R744 per refrigerazione), dell’ammoniaca anidra liquefatta (R717). Questi gas vengono chiamati erroneamente “naturali”, ma sarebbe meglio definirli “di origine naturale”.

Potrebbe interessarti anche

Image
Icons

Nobel alla Fisica 2021: l'italiano Giorgio Parisi riceve l'ambito riconoscimento

Il Nobel alla Fisica 2021 va al fisico italiano Giorgio Parisi, per gli studi sui sistemi complessi. Diamo uno sguardo alle ricerche innovative del fisico roman ...

Leggi tutto
Image
Icons

Webcast GeneralGas - Honeywell - Gas refrigeranti: Come ottenere vantaggi dal glide

I divieti sull'utilizzo di R-404A e R-507 impongono riflessioni e lavoro sulla gestione corretta del glide che interviene nelle fasi di evaporazione e condensaz ...

Leggi tutto